Diagnosi Prenatale BiTest e Harmony Test DNA - Medici in Famiglia Centro Medico Polispecialistico Milano

Diagnosi Prenatale

Bi Test e Test sul DNA Fetale

La Salute della Mamma e del suo Bambino, già nelle prime fasi dello sviluppo e dunque mesi prima della nascita, può essere investigata attraverso test e screening non invasivi, affidabili e senza rischi, né per la mamma né per il bambino.

La rivoluzione nella diagnostica prenatale si evolve con una serie di esami non invasivi che permettono la diagnosi precoce delle principali trisomie attraverso l’analisi del DNA fetale nel sangue materno.

Le apparecchiature ecografiche di ultima generazione (3D), combinate ad esami sul sangue materno e sulla quota di DNA fetale nel sangue materno possono verificare il benessere del Bambino senza ricorrere ad esami invasivi quali amniocentesi e villocentesi.


Bi-Test o Ultrascreen: screening prenatale non invasivo nel primo trimestre

Indicato a tutte le donne che non vogliono sottoporsi a diagnostica prenatale invasiva, calcola il rischio di alcune anomalie di numero dei cromosomi (sindrome di Down, di Edwards, di Patau). È sufficiente un prelievo di sangue ed un’ecografia per la misurazione dei parametri fetali, in particolare lo spessore dello spazio retronucale, la Translucenza Nucale.


Harmony Test – In armonia con il tuo bambino.

Affronta serenamente la tua gravidanza grazie ad Harmony test: il test prenatale sul DNA fetale nel sangue materno, sicuro e preciso che puoi effettuare con un semplice prelievo di sangue materno.

Il test prenatale Harmony è un esame non invasivo, semplice e preciso in grado di valutare il rischio di condizioni cromosomiche, come la sindrome di Down, e comprende un’analisi opzionale del sesso del feto e delle condizioni dei cromosomi sessuali (X,Y).

Da futura mamma, sarai stata bersagliata di informazioni su tutte le precauzioni da seguire e le analisi da svolgere durante la tua gravidanza. E molto probabilmente avrai preso in considerazione la possibilità di fare un’analisi prenatale.

L’Istituto Superiore di Sanità (Linee Guida per la Gravidanza Fisiologica, 2011) raccomanda che a tutte le donne sia offerto un test prenatale per la definizione del rischio di sindrome di Down.


La scelta però spetta a te.

Per questo cerca di avere il maggior numero di informazioni possibile sui test eseguibili e, se hai domande, discutine approfonditamente con il tuo medico curante o con il Ginecologo.

Harmony test, accuratezza dimostrata.

Il test prenatale Harmony è un esame non invasivo e privo di rischi eseguito su sangue materno, che analizza il rischio di trisomie fetali più comuni e fornisce informazioni sulle aneuploidie X, Y e sul sesso fetale in gravidanze dalla decima settimana in poi.

In Medici in Famiglia viene eseguito contestualmente all’ecografia di controllo del benessere fetale.

Ha un’elevata attendibilità, specifica per ognuna delle tre sindromi.

L’esame si basa sulle più recenti evoluzioni dei test prenatali non invasivi e ha dimostrato il:

99 %

Attendibilità nel determinare il rischio di trisomia 21 (Sindrome di Down)

98 %

Attendibilità nel determinare il rischio di trisomie 18 (Sindrome di Edwards)

80 %

Attendibilità nel determinare  il rischio di trisomie 13 (Sindrome di Patau)

Con un tasso di falsi positivi inferiore allo 0.1% in tutti e tre i casi.

Riduci ogni possibile rischio. Semplicemente.

Con un tasso di falsi positivi di 50 volte inferiore a quello degli attuali esami di screening, Harmony test riduce in maniera significativa il rischio che una gestante venga indirizzata inutilmente a sottoporsi ad un approfondimento diagnostico invasivo come l’amniocentesi.

I vantaggi

Rispetto ai test prenatali invasivi quali villocentesi e amniocentesi, Harmony test è assolutamente privo di rischi per la madre e per il feto poiché eseguito con un semplice prelievo di sangue materno.

Rispetto ad altri test di screening, come il Duo test, ha un altissimo tasso di affidabilità.

Può essere eseguito già dalla decima settimana di gravidanza.

Harmony è l’unico tra i test prenatali non invasivi validato anche per le gravidanze gemellari (con non più di 2 feti anche se ottenute con ovodonazione)

Permette di individuare trisomie fetali anche nelle gravidanze da ovodonazione.

Avallato dalla comunità scientifica internazionale, è l’unico test approvato dalla Fetal Medicine Foundation.


In che cosa Harmony test differisce da altri test prenatali?

Harmony Test si basa sugli ultimi progressi fatti nei test prenatali non invasivi.

Anche altri test di screening, come il Test combinato del Primo Trimestre (Duo test + translucenza nucale), sono esami non invasivi, ma hanno un tasso di falsi positivi fino al 5% e non rilevano fino al 30% dei casi di trisomia fetale 21.

Test diagnostici come l’amniocentesi o la villocentesi (CVS) sono precisi per la diagnosi di trisomie fetali, ma sono invasivi e presentano il rischio di perdita del feto (La percentuale di rischio in caso di villocentesi si aggira intorno all’1%, mentre nel caso dell’amniocentesi la percentuale corrisponde allo 0,2-0,5%)

In accordo con le più recenti evidenze scientifiche (PrenatalDiagnosis 2013 e Ultrasound in Obstetrics & Gynecology 2013) e con il protocollo diagnostico seguito dal Fetal Medicine Center del prof. Nicolaides, Medici in Famiglia propone l’esecuzione di Harmony test in associazione alla misura della translucenza nucale (con ecografia fetale alla 12° settimana di gestazione). Pur restando un test di screening e non diagnostico, Harmony test integrato con la misurazione della NT (translucenza nucale), offre una determinazione del rischio per la sindrome di Down con la maggior precisione possibile rispetto a qualsiasi altro test prenatale non invasivo.

Per te tutto deve essere chiaro.

Harmony Test può essere richiesto da tutte le donne in gravidanza con un’età gestazionale di almeno 10 settimane. Per eseguirlo è sufficiente un tradizionale prelievo di sangue materno, sul quale viene effettuate un’analisi diretta del DNA fetale, circolante durante la gravidanza nel sangue della madre.

Il test Harmony è disponibile per gravidanze singole o gemellari, comprese tutte quelle concepite tramite fecondazione in vitro.

Chiarezza dei risultati.

I risultati del test vengono consegnati nell’arco di 15 giorni dalla data del prelievo.

Il referto evidenzia l’alto o basso rischio in maniera molto chiara e comprensibile, anche in forma grafica.

Se Harmony Test ha dato un profilo di rischio elevato, il Ginecologo può offrirti un counselling genetico e consigliarti gli eventuali approfondimenti diagnostici, come l’Amniocentesi e la Villocentesi.

2 prestazioni trovate.

Visita ginecologica + ecografia + Test genetico € 620.00
Visita ginecologica + ecografia + BI Test € 170.00

1 specialisti trovati.

Dell'Avanzo Marinella
Ginecologia ed Ostetricia - Diagnosi Prenatale