Visita Sospesa permette di regalare una Visita a chi non può permettersela

“VISITA SOSPESA”

Attraverso la collaborazione con PANDA Onlus il Progetto VISITA SOSPESA permette di regalare una Visita Specialistica a chi non può permettersela.

Come funziona

Il progetto si ispira alla nobile tradizione del caffè sospeso napoletano: si beve un caffè ma se ne pagano due, offrendo il secondo a chi non può permetterselo.

Con la Visita Sospesa, attraverso una donazione, si dà la possibilità a bambini in comunità, ragazze madri, singoli e famiglie in difficoltà, di accedere gratuitamente a cure mediche specialistiche, esami diagnostici, riabilitazione e supporto psicoterapeutico.


Perchè fare una donazione per una Visita Sospesa?

La Salute è un diritto fondamentale dell’individuo ed interesse della collettività.

Sapevi che nonostante la Regione Lombardia sia tra le regioni più virtuose d’Italia, i tempi d’attesa per visite specialistiche ed esami di controllo non risultano pienamente adeguati alle necessità della popolazione e si possono attendere fino a 225 giorni per un’ecografia ginecologica e 274 giorni per una visita dermatologica? (fonte ATS Città di Milano – Tempi d’Attesa – Ottobre 2016)
In aree scoperte dal SSN quali ad esempio psicoterapia e logopedia l’offerta è quasi esclusivamente privata, a prezzi elevati.

Consapevoli di tale difficoltà, Medici in Famiglia e PANDA onlus hanno realizzato il progetto Visita Sospesa: visite mediche gratuite per le persone in difficoltà economica e sociale.


Cosa abbiamo fatto negli ultimi 12 mesi grazie al tuo aiuto!

389 Prestazioni erogate in Totale Gratuità

80%  dei Beneficiari sono Bambini, di età compresa tra 5 e 16 anni

16.785 Euro Raccolti

I pazienti beneficiari sono stati segnalati da: medici e pediatri, ospedali pubblici, servizi sociali, associazioni del terzo settore.

Il nostro Obiettivo 2017 è riuscire ad offrire 1000 visite gratuite a persone in difficoltà.

Contribuisci anche tu a renderlo realizzabile!


COSA PUOI FARE PER
SOSTENERE IL PROGETTO “VISITA SOSPESA”

Destina il tuo 5×1000

a Sostegno dei Progetti:
PANDA Onlus – Codice fiscale: 97438270155


Fai la tua donazione

si può scegliere di versare un contributo tramite bonifico
al Conto Corrente intestato a:
Associazione Progetto Panda ONLUS,
IBAN: IT25N0335901600100000005793
Causale: “Panda Onlus – Donazione per visita sospesa”.

DONA ORA con PAYPAL:

         Dona per Visita Sospesa con Paypal

Dona per Visita Sospesa con Paypal

I contributi versati come erogazioni liberali e come donazioni sono deducibili fiscalmente.

Per info Chiama lo 02 8426 8020 o Scrivi a visitasospesa@medicinfamiglia.it

Passaparola!

Parlane con i tuoi amici e invitali a sostenerci.
Se tutti donassimo anche un solo Euro riusciremmo ad erogare migliaia di visite.

Attraverso il Progetto Visita Sospesa abbiamo conosciuto storie che necessitano del nostro aiuto!

the rest of the skaters

 La storia di Anastasia

Anastasia è arrivata in Medici in Famiglia nel Dicembre del 2015 tramite un’associazione che si occupa di coinvolgere in attività sportive minori in condizioni di disagio socio-economico.

Anastasia doveva effettuare una visita medica specialistica per praticare un’attività sportiva e gli educatori l’hanno inviata in Medici in Famiglia, dove ha effettuato gratuitamente una visita Cardiologica con Elettrocardiogramma.

Mamma e papà hanno spiegato alla bambina che l’esame non era doloroso e lei con un po’ di timore, all’età di 7 anni, si è sottoposta alla sua prima visita cardiologica con elettrocardiogramma.

La Cardiologa Pediatrica che l’ha visitata ha riscontrato un soffio cardiaco.

La piccola ha raccontato che a volte, durante la corsa, sentiva “il fiato spezzato” e doveva fermarsi, stancandosi prima dei suoi compagni di gioco. La Specialista ha effettuato un approfondimento tramite un Eco Cardiogramma Color Doppler e ha diagnosticato un difetto cardiaco congenito.

Ora Anastasia è seguita gratuitamente dalla stessa Cardio-Pediatra in Medici in Famiglia e presso un noto Ospedale milanese.

Oggi, a oltre un anno da quella prima visita, Anastasia pratica regolarmente Judo, sport che non ha nessuna controindicazione e che anzi ha migliorato la sua forma fisica e il suo stato di salute.

Di recente, con grande soddisfazione di mamma e papà, ha indossato la cintura arancione.

Su 120 bambini, 6 sono come Anastasia.

La storia di Francesco

Francesco è stato inviato 2 anni fa a Medici in Famiglia dal Servizio Sociale per essere seguito attraverso il progetto Visita Sospesa, in totale gratuità.

Non ha mai conosciuto suo padre e la mamma non è più riuscita a prendersi cura di lui dall’età di 5 anni.

Da allora Francesco vive in comunità educativa, per questo si è un po’ distaccato dal mondo reale, dagli amici, dalla scuola, da tutte le “normali” attività che generalmente gli adolescenti svolgono.

Non ama stare in relazione, non riesce più ad affezionarsi a nessuno. Francesco è un ragazzo intelligente, bello, sensibile, originale, creativo ma si sente profondamente solo.

Da due anni Medici in Famiglia lo accompagna con un percorso di psicoterapia e con un costante lavoro di collaborazione con il Servizio Sociale, la Comunità Educativa e la Scuola.

A Giugno ha conseguito il diploma di scuola superiore, sta seguendo un percorso di avviamento professionale in un’azienda ed a breve andrà a vivere in un appartamento per l’autonomia insieme ad alcuni suoi amici.
Francesco oggi è riuscito a rimettere la testa e il cuore dentro questo mondo.

Su 120 bambini, 10 hanno una storia difficile come quella di Francesco.